martedì 2 marzo 2010

Carne cruda piemontese




Qui da noi la carne cruda si mangia spessissimo (io la ADORO e la faccio tantissimo!!) ecco perché non può proprio mancare sul mio blog....2 sono i modi principali per mangiarla:
1) la famosa albese (di cui vi ho già parlato qui), che è stato il mio primo post
2) La carne cruda tritata (tartare alla francese, ma io preferisco chiamarla tritata :-) )

Per la perfetta riuscita del piatto è indispensabile che la carne sia di ottima qualità. Perciò prendete della polpa sceltissima di bovino (meglio se di razza piemontese, eheheh), dell'ottimo olio (io vado pazza per quello un po' corposo, dal colore verdolino, vabbé) e mettetevi al lavoro!

Ingredienti per 2 o 4 persone (2-3 persone come secondo, 4 come antipasto)
500 gr polpa sceltissima di bovino
1 limone medio (1,5 se piccolo)
1 spicchio d'aglio
olio evo (8 cucchiai)
Sale, pepe, noce moscata: in abbondanza

Ponete la tritata in una terrina, aggiungete l'olio, il sale, il pepe e la noce moscata e iniziate a mescolare bene. Aggiungete anche lo spicchio d'aglio tagliato a metà e unite il succo di limone.

Mescolate, schiacciate con la forchetta, rimescolate, rischiacciate con la forchetta, amalgamate bene tutti i sapori come se doveste impastare (con movimenti dal basso verso l'alto, rovesciando la carne)....

Dovete andare avanti così per un po' (almeno 5 minuti d'orologio...) finché la carne non vi sembrerà bella morbida, quasi una crema....Aggiustate di olio, sale e pepe (Se lo si desidera, si può aggiungere altro olio, ad es. 2-3 cucchiai). Mi raccomando non lesinate sulla noce moscata (è l'ingrediente nascosto che farà della vostra carne cruda la regina delle carni crude!) :-)

Lasciate riposare almeno mezz'ora per far assorbire tutti gli ingredienti, meglio se a temperatura ambiente.

NOTE: Il momento migliore per mangiarla è ovviamente appena fatta, ma se proprio ve ne dovesse avanzare sappiate che si conserva anche in frigo fino a un paio di giorni dopo all'interno di un contenitorino in vetro (date una bella mescolata e colate via un po' del liquido che si sarà depositato). Non sarà nemmeno lontanamente paragonabile a quella mangiata fresca ma almeno non l'avrete buttata via!

In Piemonte si usa mangiarla come antipasto....ovviamente accompagnata dai rubatà...ma questa è un'altra storia ;-)


Castagna

13 commenti:

Simona la golosa ha detto...

Anche a me piace molto (stavo sempre a rubare la carne cruda nel piatto dell'impasto per le polpette quando ero piccola) e alla piemontese l'ho mangiata solo una volta quando ero ospite in Piemonte a casa di amici!

Elena ha detto...

che goduria....la adoro ma non avevo la ricetta, la segno e adesso vado a vedere anche l'altra ricetta, la prima...sono molto curiosa!

Alem ha detto...

Sai che non l'ho mai mangiata????
:(

Fiordilatte ha detto...

aaaaaaaaaaaaaah cosa vedo! voglia immediata di carne cruda. Io niente limone però :) solo olio aglio e pepe. D'estate ogni tanto un po' di basilico (non ci va lo so!).

Micaela ha detto...

anch'io la mangio volentieri!!! quando mio marito mi vede mangiare le salsicce di vitello crude strabuzza gli occhi ma che ci posso fare? mi piacciono! ecco questa di sicuro mi piacerà, devo provarla! un bacione

terry ha detto...

Non conoscevo questa carne così!!!
mi piace molto la marinatura!
grazie per le ricettina!

p.s:...ma abbiamo forse la stessa pirofila?;)
http://crumpetsandco.wordpress.com/category/verdure-e-contorni/

Ely ha detto...

ohhhhh che ricordo!!1 il mio papà la preparava sempre stessi ingredienti con solo l'aggiunta di prezzemolo e della buccia di limone gratuggiata... un bacione è splendida Ely

Castagna e Albicocca ha detto...

Simona:allora sei sulla buona strada per provarla a casa!

Elena: la prima ha la foto un po' terribile....mi ero ripromessa di farla, poi sono sempre di corsa e affamata soprattutto quindi mi ci butto sopra e zero foto! Ahahah

Alem:uhi, davvero? Beh, dovresti provarla, magari partendo da una porzioncina piccola piccola,no?

Fiordilatte:è vero, anche mia zia non ci mette il limone! (io per la verità lo metto perché mescolando mescolando mi diventa + morbida, però ho visto che si ottiene lo stesso effetto mettendo tanto olio, circa un po' più del doppio di quello che ho indicato...però per una versione + "equilibrata" (da un punto di vista calorico,eh?!)...Io adoro la carne cruda!!!

Micaela: lo credo! Anche io mangio le salsicce crude (ma solo quelle buone buone,eh?!) Magari fagliela provare come piccolo antipastino...poi vedi come reagisce!

terry:ma davvero? Sono contenta di averti presentato una cosa nuova!
PS si la pirofila è identica... :-) aahahhaha tra l'altro ne ho 2 e mi trovo benissimo (sono proprio della dimensione giusta, ci faccio un sacco di cose!)

Ely: che bei ricordi,eh? Sai che non avevo sentito la tua versione? Dovrò provarla! :-)

Onde99 ha detto...

Oh, che buona, me la faceva sempre la mamma, credo per l'anemia o roba del genere, e mi piaceva tanto tanto tanto... e se facessi una pazzia e dilapidassi una fortuna nella trita di bovino di prima scelta?

luna ha detto...

anch'io la faccio spessissimo, è veramente troppo buona!!! Però io l'ho chiamata "tartare leggera" visto che l'originale prevede l'uovo crudo... io ci preferisco il parmigiano in scaglie.

approfitto per dirti che sei bravissima, il tuo blog mi piace molto.
ciao
Luna

colombina ha detto...

mamma mia che buona, io da buona torinese la adoro, bravissima!!!

Marilì di GustoShop ha detto...

Ma come mi piace la carne cruda piemontese... quando vengo in Piemonte, ad Alba, non posso fare a meno di mangiare la carne di Fassone al coltello almeno 1 volta al giorno, forse non toglierà il medico di torno ma l'umore mi va alle stelle !!! :-)

Federica ha detto...

a me piace moltissimo!!vado a vedere anche l'altra ricetta..mmmm...baci!

Related Posts with Thumbnails